libro

Anatomia di un libro

libro

La magia di un libro è andare alla scoperta di mondi immaginari, viaggiare nella fantasia, riscoprire mondi perduti e conoscere la storia. Narrativa, attualità, romanzo o thriller non importa, i libri aprono le porte verso nuove realtà, fantastiche o veritiere, e sono una parte importante della nostra vita sin dalla loro nascita. Ma vi siete mai chiesti com’è fatto un libro? Leggiamo e rileggiamo senza conoscerne a fondo la struttura! Vediamo insieme di far luce sulle sue componenti fondamentali.

Struttura esterna di un libro

La prima cosa che attrae l’attenzione del lettore al momento dell’acquisto di un libro è la sua copertina, contenente il nome dell’autore e del testo e immagini più o meno descrittive. Esistono diverse tipologie di copertine scelte a seconda del target di clientela che leggerà il testo e in base al prezzo.
Copertina cartonata e copertina cartonata con sovraccoperta stampata, caratterizzate da maggiore rigidità, più resistenza agli strappi, maggiore qualità e prezzo. Copertina flessibile, per edizioni economiche, tascabili, rendono il libro sicuramente più leggero e maneggevole.
La copertina posteriore, che in gergo comune prende il nome di retro del libro ha invece un nome ben preciso, quarta di copertina. Una facciata interamente dedicata alla trama del testo, note dell’autore o commenti della critica, che spesso contiene anche il prezzo.
Il dorso di un libro è l’elemento di congiunzione fra le due copertine prima citate e contiene in genere solamente il titolo del testo, per renderne più facile la scelta quando il volume è ordinatamente riposto all’interno della libreria.

Parlando di dorso non possiamo parlare del tipo di rilegatura, solitamente ci troviamo di fronte a libri in brossura cucita o in brossura fresata.

Struttura interna del libro

Una visione superficiale del libro porta a pensare che la sua struttura interna è fatta soltanto dal testo che andremo a leggere. Ovviamente il corpo del testo è una parte essenziale del volume ma di certo non è l’unica.
Sfogliando un libro dopo la copertina ci si imbatte nell’occhiello, o occhietto, contenente il titolo, e nel frontespizio, contenente titolo, autore ed editore.
Andando avanti con le pagine si incontra il colophon, contenente informazioni sulla casa editrice, i diritti d’autore, le edizioni, e varie notizie su autore, editore e quanti hanno contribuito alla realizzazione del testo.
Subito dopo, o in alcuni casi alla fine del volume, si trova l’indice, un sommario che elenca i capitoli del libro con le relative pagine di riferimento.
Molti testi, soprattutto i romanzi, hanno un prologo o incipit che introduce l’argomento trattato e da il via alla storia, e un explicit, vale a dire la parte che evidenzia il finale del libro rendendolo ancora più vivo nel ricordo del lettore.
Ora che conosciamo i libri in ogni loro singola parte sarà più facile sceglierlo analizzando ogni piccolo dettaglio e non basandosi unicamente sulla sua trama.