nightmare bagno

La stanza da bagno nei film horror

Il bagno sembra essere la stanza emblematica per eccellenza in diversi film, da alcuni celebri horror, dove il delitto si consuma, sovente, nella vasca o nella doccia, fino a celebri film d’amore, dove la vasca da bagno invece si trasforma in un alcova dove consumare intensi e infuocati attimi di sesso, o ancora il punto dove le adolescenti si scambiano le confidenze e i pettegolezzi mentre si preparano per uscire. Insomma, la stanza da bagno in molti film ha un’importanza, un ruolo chiave, che non in tanti però hanno notato. Cerchiamo di fare giustizia e di ridare a questo ambiente la notorietà cinematografica che gli spetta analizzando alcuni film horror.

Psycho, il bagno più celebre degli horror

Chi non ricorda la celebre scena di Psycho, il thriller che ha come protagonista un giovane psicopatico che, fingendo di essere la madre, uccide giovani vittime proprio all’interno della stanza da bagno. Si tratta in questo caso di una stanza da bagno molto semplice, dove si consuma la scena madre del film, l’omicidio che lo ha reso celebre. A essere inquadrata è soprattutto la vasca da bagno dove la vittima non scorge l’assassino, celato dalla tenda, che infierisce sulla donna con una serie di coltellate. La scena si chiude sull’occhio della vittima riversa tra vasca e pavimento.

Nightmare, l’incubo degli anni ’90

Un altro film horror che ha una scena intensa all’interno della stanza da bagno è Nightmare, di Wes Craven, il film il cui protagonista è un crudele Fred Krueger che, in questa scena, insedia la giovanissima Nancy Thompson, protagonista di un paio di serie di questa spettacolare saga. Qui ci troviamo in una stanza meno spartana di quella di Psycho, ben arredato, in stile con l’epoca, con una cassettiera bagno e una vasca ricca di bolle di schiuma. Da qui, all’improvviso, con un vero colpo di scena, spunta l’artiglio d’acciaio del malefico Freddy.

Shining, quando il bagno è protagonista

bagno shiningEd ecco un altro celebre film horror, questa volta scaturito dalla mente di un geniale Stpehen King, ambientato per diverse scene nella stanza da bagno. Qui infatti è girata la scena dove il protagonista, sotto la regia di Kubrick, si specchia abbracciato a una bellissima donna che, nel delirio di Torrance, o forse a causa del male che aleggia nell’hotel, si trasforma in una vecchia piagata. Il bagno dalle pareti verdi mette in risalto i due protagonisti della scena. Ma ancora il bagno nella scena più da cardiopalma della pellicola, quando Torrance, cerca di uccidere la moglie, ironia della sorte, non riesce a fuggire dalla piccola finestra bloccata dal ghiaccio.